Pooh - Otto rampe di scale

Dati

  • Titolo = Otto rampe di scale
  • Incisione = 1969
  • Editore = Vedette
  • Arrangiamenti = Pooh

Formazione

  • Dodi Battaglia = voce e chitarre
  • Roby Facchinetti = voce e tastiere
  • Riccardo Fogli = voce e basso
  • Valerio Negrini = voce e batteria, percussioni

Otto rampe di scale

  • Testo: Giuseppe Cassia, Roberto Castiglione
  • Musica: Giuseppe Cassia, Bruno Filippini, Armando Sciascia
  • Voce solista: Riccardo Fogli
  • Timing: 2:38 ca.

Uscendo dalla fabbrica il sole tramontava
io ti parlai d'amore e tu scoppiasti in lacrime
"Lasciami andare, non ne parliamo più!"
Questo soltanto mi rispondesti tu
Otto rampe di scale ho già fatto una sera
per venirti a trovare e parlare a tuo padre
Otto rampe di scale, tu però vivi sola
ti fermasti sulla porta per non farmi passare
Uscendo dalla fabbrica incontro una tua amica
ed io so finalmente perché scoppiasti in lacrime
"Lasciala andare, lei ti vuol bene ma
è una ragazza che mai si sposerà"
Otto rampe di scale ho rifatto stasera
per venirti a trovare e restarti vicino
Otto rampe di scale ed io vedo un bambino
che mi guarda coi tuoi occhi nell'aprirmi la porta
Otto rampe di scale ogni sera, ogni sera
per ridarti un sorriso
Io ti amo, ti amo...

Note sulla canzone

Editore: Eliseo Edizioni Musicali.

Risalente al 1969, è l'unica canzone che i Pooh non riconoscono come appartenente al loro repertorio, probabilmente perchè impostagli dai discografici della Vedette che, non avendo fiducia nel quartetto, gli propose brani di altri autori italiani. La canzone fu composta da Bruno Filippini, Giuseppe Cassia e dal cantautore Roby Crispiano (nome d'arte di Roberto Castiglione). Quest'ultimo, essendo in forza alla Vedette, era stato compagno dei Pooh nella disavventura del Festival delle Rose del 1966, quando doveva eseguire in coppia con loro Brennero '66. La canzone è rimasta a lungo inedita insieme a delle out-takes di Memorie e svariate alternate-takes di brani pubblicati ufficialmente nel periodo Vedette, man mano edite da Armando Sciascia ed i suoi associati nelle innumerevoli raccolte satellite. Era consuetudine della casa discografica mantenere i diritti di pubblicazione su quanto prodotto dal gruppo sotto contratto ed il materiale avrebbe potuto costituire un quarto album, sulla falsariga di come avvenuto per Contrasto, se il gruppo non fosse passato successivamente alla CBS. Sembra che il brano sia stato pubblicato su 45 giri ma la voce è quanto mai controversa, non risultando dati oggettivamente certi a sostegno della veridicità del fatto.
La canzone è stata successivamente pubblicata su innumerevoli ristampe non ufficiali della produzione del periodo Vedette (1966/1970).

La canzone orginale è in tonalità di SOL Diesis minore.
Accordi: http://wikitesti.com/index.php/Otto_rampe_di_scale

Per ascoltare il brano su Youtube: http://youtu.be/wbvjaIm_KOw