Pooh - Rassegna Stampa Anni '70 - 1973 - 2° parte

Nota

Cliccando sulle miniature si aprirà l'articolo in un pop-up grafico.

05 agosto 1973 - TV Sorrisi e Canzoni - N°31 - Pag. 48 - «Una ditta musicale in attivo», di Giorgio Salti

05.08.1973 - TV Sorrisi e Canzoni - N°31 - Pag. 48 - Una ditta musicale in attivo, di Giorgio Salti05.08.1973 - TV Sorrisi e Canzoni - N°31 - Pag. 48 - Una ditta musicale in attivo, di Giorgio Salti

Rintracciare i Pooh in questo periodo è un'impresa; probabilmente è il complesso che ha più serate [...]. Stefano D'Orazio, batterista, racconta: «Sono tre anni che non ci riposiamo un giorno. Finalmente in ottobre andremo in vacanza, un mese intero e ognuno per i fatti suoi. Io me ne andrò in Tunisia, Dodi in Canada, Roby a Parigi e Red non si sa. Va bé che lui, essendo arrivato da poco, non è stanco quanto lo siamo noi».
Per ottobre dovrebbe uscire il nuovo Lp «Parsifal» che prende il nome dall'eroe wagneriano, ma che con costui ha ben poco da dividere. È più umano. «Anche la musica è diversa», avverte con candida innocenza Stefano.
In novembre i quattro andranno in ritiro a Roncobilaccio (località appenninica nota soprattutto perché si trova sull'Autosole) e in un albergo fornito anche di sala prove metteranno a punto il loro programma. I Pooh seguono uno schema molto rigoroso: provano per due mesi, per quattro si esibiscono e raccolgono i frutti del lavoro in sala d'incisione, poi ritornano a provare ed escono con un nuovo repertorio. Da questo schema sono esclusi i concorsi, gare e festival.
[...] Stefano [...]: «Siamo contrari per costituzione, odiamo le gare, non vogliamo dire o sentirci dire "sono più bravo di te". Si si sente obbligati a scrivere una canzone che deve vendere. Noi troviamo il nostro pubblico ugualmente; l'ultimo 45 giri "Io e te per altri giorni" sta andando bene, pur non avendo partecipato a questo o quel festival [...]. Noi ci siamo un po' seccati perché certi gestori di locali, forse per attirare gente quando cantava Riccardo col suo complesso sui manifesti mettevano "Riccardo dei Pooh". Li abbiamo semplicemente avvertiti di non farlo più. Fogli in questa storia non c'entra, lui con noi si è sempre comportato bene [...]».

09 agosto 1973 - Testata sconosciuta - «I «Pooh» a Trieste senza batterista - È finito in carcere»

09.08.1973 - Testata sconosciuta - I «Pooh» a Trieste senza batterista - È finito in carcere

Al castello di San Giusto doveva esibirsi ieri sera il quartetto dei «Pooh» per la replica di uno «show»; lo spettacolo si è svolto, ma senza il batterista Stefano D'Orazio. Il giovane era stato arrestato nel pomeriggio e rinchiuso nelle carceri sotto l'imputazione di oltraggio a pubblico ufficiale.
L'episodio era accaduto sulle Rive, dove il capitano dei carabinieri Leonardo Betrucci, che era in borghese, stava rimproverando una giovane straniera che aveva attraversato la strada fuori dalle strisce, costringendo l'ufficiale, al volante della sua auto, a compiere una brusca manovra per non investirla. Il D'Orazio, testimone del fatto assieme ai suoi compagni di lavoro e a un gruppo di «fans», aveva ritenuto di intervenire prendendo le difese della ragazza. Il capitano si è allora qualificato, ma il D'Orazio ha continuato a offenderlo.
La moglie del D'Orazio, appresa la notizia dell'arresto al castello di San Giusto dove era in allestimento lo spettacolo, colta da malore, è svenuta e ha dovuto essere soccorsa dalla Croce rossa e trasportata all'ospedale per la necessaria rianimazione.

11 agosto 1973 - Testata sconosciuta - «Il batterista dei Pooh condannato a quattro mesi»

11.08.1973 - Testata sconosciuta - Il batterista dei Pooh condannato a quattro mesi

Il complesso dei «Pooh» tornerà a ricomporsi stasera a Forlì, dopo la disavventura che ha trattenuto per tre giorni in carcere a Trieste il batterista Stefano D'Orazio. Questi, infatti, durante l'esibizione dei «Pooh» al castello di San Giusto è incappato in una denuncia per oltraggio a un capitano dei carabinieri ed ha dovuto attendere in cella il giudizio, non essendogli stata accordata la libertà provvisoria, bensì il procedimento per direttissima.
Il processo si è svolto stamane davanti al pretore Losapio, che infine ha condannato il D'Orazio a quattro mesi di reclusione con i benefici di legge, subordinati al pagamento di una ammenda di 20 mila lire. Celebrato il dibattimento nella tarda mattinata, il batterista ha potuto ottenere subito dopo la scarcerazione [...].
L'incidente che ha portato in carcere il D'Orazio era accaduto mercoledì scorso sulle rive di Trieste: l'ufficiale dei carabinieri, il capitano Leonardo Bertucci, stava transitando in auto (ed in abiti civili) allorché una ragazza jugoslava gli ha attraversato la strada, obbligandolo ad una difficile manovra per evitare l'investimento. L'ufficiale aveva quindi redarguito la ragazza,richiamandola all'osservanza delle regole del traffico. Il D'Orazio e il clan dei «Pooh» stavano pranzando nel posteggio esterno di un ristorante sulle rive. Testimoni alla scena, erano intervenuti in difesa della ragazza; il D'Orazio più vivacemente degli altri, tanto da farsi arrestare per oltraggio.
Davanti al pretore ha respinto l'accusa ed in sua difesa hanno deposto quattro «fans», ma la deposizione del capitano dei carabinieri è stata determinante per la condanna.

13 settembre 1973 - Il Monello - Numero 37 - «I Pooh come prima... meglio di prima», di Claudio Lippi

13 settembre 1973 - Il Monello - Numero 37 - I Pooh come prima... meglio di prima, di Claudio Lippi     13 settembre 1973 - Il Monello - Numero 37 - I Pooh come prima... meglio di prima, di Claudio Lippi

30 settembre 1973 - Sorrisi e Canzoni TV - Numero 39 - «Ha già mille anni la "nuova" musica dei Pooh», di Gastone De Luca

30.09.1973 - Sorrisi e Canzoni TV - Numero 39 - Ha già mille anni la nuova musica dei Pooh, di Gastone De Luca    30.09.1973 - Sorrisi e Canzoni TV - Numero 39 - Ha già mille anni la nuova musica dei Pooh, di Gastone De Luca    30.09.1973 - Sorrisi e Canzoni TV - Numero 39 - Ha già mille anni la nuova musica dei Pooh, di Gastone De Luca

28 ottobre 1973 - Bolero Teletutto - Numero 1382 - «I Pooh: hanno riscoperto Wagner a 33 giri», di Velia Veniero

28.10.1973 - Bolero Teletutto - N. 1382 - I Pooh: hanno riscoperto Wagner a 33 giri, di Velia Veniero

Ottobre 1973 - Testata sconosciuta - «Per un 33 giri hanno scomodato persino Parsifal»

Ottobre 1973 - Testata sconosciuta - Per un 33 giri hanno scomodato persino Parsifal

Per il loro nuovo 33 giri i sempre lanciatissimi Pooh hanno scomodato addirittura Parsifal, da loro definito «un eroe predestinato al mito». Per questo, allegato all'album, c'è un volumetto, che farà molto piacere ai fans del celebre quartetto, in cui, ciascuno in una pagina e tutti assieme, i quattro Pooh vengono fotografati vestiti come i cavalieri dell'epoca di Parsifal. In quanto alla musica, inutile aggiungere ulteriori aggettivi già usati da altri, oltre che da noi, nelle precedenti performance del complesso.

01 novembre 1973 - Intrepido - Numero 44 - Pagina 18 - «Nostro padre è Puccini», di Lello D'Argenzio

01.11.1973 - Intrepido - Numero 44 - Nostro padre è Puccini, di Lello D'Argenzio     01.11.1973 - Intrepido - Numero 44 - Nostro padre è Puccini, di Lello D'Argenzio

23 dicembre 1973 - Sorrisi e Canzoni TV - Pagina 32 - "Due proposte originali per l'albero"

01.11.1973 - Intrepido - Numero 44 - Nostro padre è Puccini, di Lello D'Argenzio23.12.1973 - Sorrisi e Canzoni TV - Due proposte originali per l'albero     01.11.1973 - Intrepido - Numero 44 - Nostro padre è Puccini, di Lello D'Argenzio23.12.1973 - Sorrisi e Canzoni TV - Due proposte originali per l'albero

Rassegna Stampa Anni '80 - Anno 1973 - 1° parte