I Dossier di iPooh.it - "Parsifal"

Dossier "Parsifal i 40 anni": Come si fa - Lunedi' 16.09.2013

Rigo di spartito

  • Testo: Valerio Negrini
  • Musica: Roby Facchinetti
  • Voce solista: Red Canzian
  • Timing: 3:51 ca.

C'era un accordo fra di noi
che non sbagliava quasi mai
più che fratelli, tu lo sai
Io le mie avventure, tu le tue
c'era una stanza presa in due
e tirare a sorte chi ci va
Poi raccontarsi come fu
e inventarsi qualche cosa in più
e dirsi "Da domani un'altra e via!”
Sinceramente non lo so
se cercavamo oppure no
la donna giusta prima o poi
o se solo per spavalderia
o per stupire la compagnia
si diceva "da domani un'altra e via!”
Poi la donna
che vuoi nascondere
non racconti

quello che fai con lei
guai
parlarne a nostro modo, tu non sei più tu
Cosa dirti?
Tu non mi crederai
Cosa dirti?
Tu non mi ascolterai
bene
quand'è così, amico mio, peggio per te!
Un giorno lei cercò di me
mi chiese più o meno se
non mi ero accorto mai di lei
Certo io non l'ho mandata via
e lei si illude di esser mia
adesso qui come si fa?
Certo io non l'ho mandata via
e lei si illude di esser mia
adesso qui come si fa?...

 

Con una intro quanto mai tradizionale, per sola chitarra acustica ed organo, si apre "Come si fa", una lenta ballata di Negrini e Facchinetti in 4/4 in tonalità di SI bemolle maggiore, apparsa anche sul lato B del 45 giri "Parsifal (Parte Prima)", pubblicato per il solo circuito dei juke-box.
Per la voce solista del nuovo bassista dei Pooh, la storia di due amici che dividono una garconniere in cui a turno ognuno porta la sua conquista femminile del momento, per scambiarsi poi dettagli con esagerazioni tipiche e caratteristiche del caso. Ma come spesso accade, il passare di fiore in fiore ad un tratto cessa quando uno dei due trova la donna che sente "ideale". Termina quindi il reciproco scambio di confidenze e con esso la complicità che fino ad allora li aveva tenuti uniti, fino all'invaghirsi a sua volta della medesima donna e tradendo quindi anche la fiducia dell'amico. Tutto sommato si tratta di una storia che ritorna periodicamente nella canzone italiana, ma qui viene resa in modo delicato e sensibile dalle liriche di Valerio sulla semplice melodia di Roby.
I PoohSugli essenziali strumenti iniziali, parte piano la ballata a cui si aggiunge poi la batteria della seconda strofa, raccontando degli accordi fra i due con la gestione dei rispettivi incontri amorosi e della complicità tra i due, che li portava a vantarsi poi delle loro peripezie con il resto degli amici. Nel ritornello si aggiungono gli archi a dare più enfasi, quando viene il momento di narrare dell'incontro della donna "fatale" da parte di uno dei due, che cambia quindi atteggiamento nei confronti del compagno di avventure. Il ritorno alla struttura della strofa nel finale serve per narrare la conclusione della storia, dove la ragazza dell'amico ci prova con il protagonista, che non le dice di no ma per cui lei è comunque una delle solite conquiste, anche se la tizia se ne innamora.
Forse il protagonista (il narrante) è uno dei personaggi più legati alla mentalità del "maschio" tipico mai apparso in una canzone scritta da Negrini, uno che non si fa alcuna remora sul ferire l'amico andando a letto con la donna di questi, riguardo la quale aveva cercato anche di metterlo in guardia.
Per chi scrive, la canzone in oggetto è forse la più debole rispetto al resto dell'album, anche se le parti vocali di Canzian ne demarcano la bella voce a cui ben si amalgama nei cori quella di Facchinetti. Più o meno una storia simile, ma di sicuro più matura e con un'inversione dei ruoli, è quella che apparirà nell'album successivo con il titolo "Una storia che fa ridere".

Un giorno lei cercò di me

«Dossier "Parsifal i 40 anni": Come si fa» non termina qui.
Prossimo appuntamento con «Dossier "Parsifal i 40 anni": Infiniti noi».