Pooh - Valerio Negrini

Valerio Negrini - Batteria, percussioni e voce

Valerio Negrini

1964 - 1966 = Jaguars
1966 - 1971 = Pooh

Valerio Negrini, nato a Bologna il 04 maggio 1946, è il musicista e paroliere che con caparbietà e determinazione ha dato vita ai Pooh.
Figlio di un commerciante di salumi e di una casalinga, l'avventura musicale di Negrini cominciò nel 1962 quando conobbe Mauro Bertoli e con lui fondò i Jaguars. I ruoli fondamentali di Valerio nei Jaguars prima e nei Pooh dopo furono sempre quelli di paroliere e batterista, più qualche interpretazione ad esempio nei brani "La fata della luna", "Tutto alle tre", "Il primo e l'ultimo uomo".
Nel 1971, come conseguenza dei difficili rapporti che si erano venuti a creare con il produttore dei Pooh Giancarlo Lucariello, Valerio Negrini si vide costretto a cedere il suo ruolo di batterista a Stefano D'Orazio. Ma anche se scendeva dal palco, Negrini non avrebbe terminato la sua collaborazione con il gruppo in qualità di paroliere, scrivendo negli anni a venire la maggior parte dei testi (alcuni portano la firma di Stefano D'Orazio) e definendone così il tratto espressivo.
La rottura del sodalizio tra i Pooh e Giancarlo Lucariello avvenuto nel 1976 offrì a Negrini la possibilità di poter spaziare maggiormente sia in fatto di argomenti che di modalità d'espressione, portando così ad una evoluzione delle tematiche affrontate nei dischi del gruppo: testimonianza ne è "Poohlover", primo album dell'era post lucarelliana.
Risale al 1977 un "esperimento" estemporaneo che prese il nome di Mediterraneo System: insieme a Roby Facchinetti, Dodi Battaglia e Stefano D'Orazio, Negrini incise il 45 giri "Ci pensi? / Mezzanotte a maggio", da lui interpretato e di cui fu autore dei testi.
Valerio Negrini non si occupò unicamente dei testi dei Pooh: scrisse anche per gli album solisti di Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian. Tra le varie collaborazioni figurano nomi come Caterina Caselli ("Un sogno tutto mio"), Milva ("Uomini addosso"), Miguel Bosé ("Ce la fai"), Eugenio Finardi ("Trappole"), Lena Biolcati ("Innamoratevi come me").
Nel 1992 Negrini tornò a roteare le bacchette sul palco accompagnando i Pooh durante il "Tour 25 La nostra storia": si esibiva alla batteria nella parte finale del concerto, suonando i brani appartenenti ai primi anni di repertorio del gruppo.
Valerio è venuto a mancare nel tardo pomeriggio del 03 gennaio 2013, presso l'ospedale Santa Chiara di Trento, a causa di un infarto. Il 07 gennaio al Teatro della Luna di Assago venne allestita la camera ardente aperta al pubblico, mentre i funerali si svolsero in forma privata.

Sezione in allestimento.

Collaborazioni

  • 1969 - I Nuovi Chiodi, "Canta e balla / Il tuo viso", Vedette = Firma i testi dei due brani (musiche di Roby Facchinetti); in realtà le canzoni sono state composte e scritte da Andrea "Rino" Denti e Silvio Rossi, ma al tempo nessuno de I Nuovi Chiodi era iscritto alla SIAE.
  • 1973 - Caterina Caselli, "Un sogno tutto mio / Un po' di te", CGD - Valerio Negrini firma il testo del brano "Un sogno tutto mio".
  • 1976 - Genova & Steffan, "La strada le stelle e il vento", Ricordi = Firma i testi e suona i timpani sinfonici nei brani "Reporter", "La strada le stelle e il vento", "Sei tu", "Piano piano", "E poi sì", "Per te, sorellina", "Due attimi di vita". Suona i timpani sinfonici nei brani "Dimmi" (testo di Red Canzian) "My America", "Libera", "I'll want to know".
  • 1977 - Miguel Bosé, "Linda / Mi libertad", CBS = Firma il testo del brano "Linda" (musica di Roby Facchinetti).
  • 1978 - Miguel Bosé, "Amor mio, como estás / Niño de Palo", CBS = Firma il testo del brano "Amor mío, cómo estás?" (musica di Roby Facchinetti).
  • 1980 - Anna Rusticano, "Sto con te / Mi sveglio e mi rivoglio", Fontana Records = Firma i testi dei due brani.

 

Continua...

Archivio articoli 2012

Archivio articoli 2013

Archivio articoli 2014

Archivio articoli 2015

Archivio articoli 2016

Archivio articoli 2017